La spilla del re

 

Tutti hanno presente la copertina dell'album 'Born To Run', ma forse non tutti si saranno chiesti cosa rappresenta la spilla tonda che si intravede sul giubbotto di Bruce. In effetti orami da anni è noto che Clarence Clemons non è l'unico re del mondo presente in quella foto.

 

La spilla posta sulla cinghia della chitarra riporta l'immagine di Elvis 'The King' Presley e più precisamente fa riferimento all'ormai defunto fan club attivo nell'area di New York negli anni '70, il 'King's Court Fan Club'.

Il gruppo si formò nel 1972 per iniziativa di alcuni appassionati di Elvis che si incontrarono mentre aspettavano in fila la vendita dei biglietti per i quattro concerti al Madison Square Garden di New York. Al Hanson di  Staten Island fu uno dei più attivi e ne divenne il tesoriere.

Circa otto mesi dopo la fondazione, Hanson decise di realizzare la spilla in 500 esemplari, pagando personalmente la stampa, per essere distribuita a quanti avevano aderito. 'Ero un ragazzo giovane con qualche dollaro da spendere', ricorda ora sorridendo. Ogni membro ricevette anche un adesivo in bianco e nero della Corte.

 

L'immagine di Elvis utilizzata fu ritagliata da una foto scattata nell'estate del 1970, nel backstage di un concerto a Las Vegas, durante le riprese le film 'Elvis : That's The Way It Is'. La foto originale era in bianco e nero, come compare sulla copertina di 'Born to Run', ma la spilla era caratterizzata dalle scritte in rosso e blu.

 

Il club continuò a crescere e altre migliaia di spille vennero stampate e distribuiti nel tempo, ma solo le prime riportano anche la frase '100% Elvis'.  Hanson stima che la Corte avesse quasi tremila iscritti al momento della morte di Elvis nel 1977. Poco dopo il club venne chiuso.

Hanson orfano del Re divenne anche un grande fan di Springsteen dopo la pubblicazione di 'Darkness on the Edge of Town'. Quando acquistò una copia di 'Born to Run', quasi immediatamente riconobbe la spilla del 'King's Court Fan Club' sulla copertina dell'album. Ricorda che 'l'unico modo per Bruce di avere una di quelle spille è che fosse membro del nostro fan club o che forse conosceva qualcuno che lo era. Abbiamo distribuito quelle spille solo ai soci'.

 

Dopo la scoperta Hanson telefona a Patricia Chmara, ex presidente del club, che era diventata a sua volta una grande fan di Springsteen. L'elenco dei membri della Corte comprendeva una certa 'Pam' del New Jersey, che Chmara sospettava potesse essere la sorella più giovane di Springsteen, ora fotografa professionista. Se Chmara aveva ragione, Pamela Springsteen sarebbe sicuramente stata la più giovane dei membri della Corte, avendo all'epoca solo dieci anni. In realtà ne Bruce ne la famiglia ebbero contatti con il club. Fu invece Mike Appel, suo manager all'epoca, a regalargli la spilla come racconta nel suo libro 'Down Thunder Road' del 1992.

 

Bruce sfoggia la spilla in numerose foto scattate da Eric Meola durante le sessioni per la copertina per l'album 'Born to Run'. Oltre che che nel relativo libro fotografico 'Born to Run: The Unseen Photos', una foto con la spilla si può vedere anche a pagina 40 del volume 'Songs'.

 

In ogni caso, Al Hanson si considera un fan molto fortunato. Oltre a progettare involontariamente una piccola ma significativa parte del guardaroba di  Bruce Springsteen del periodo 'Born to Run', è anche uno dei pochi che ha avuto il privilegio di vedere sia lui che Presley dal vivo al Madison Square Garden: 'Per me, vedere Elvis era come vedere Dio sul palco, ma vedere Bruce è come vedere tuo fratello o il tuo migliore amico'.


creativecommons
(cc) 2011 by badlands.it
Last Revised: 04.12.11
All trademarks or product names mentioned herein are the property of their respective owners