Esce a settembre l’autobiografia ‘Born to run’

Born-To-Run-book-cover-500x755Il prossimo 27 settembre, pochi giorni dopo il suo 67esimo compleanno, verrà pubblicata “Born to run”, la prima autobiografia ufficiale di Springsteen.

La casa editrice Simon & Schuster la distribuirà, per ora solo sul mercato anglofono, sia nel tradizionale formato con copertina rigida, almeno per la prima edizione, che come ebook e audiolibro.

Bruce sta lavorando all’opera da sette anni. La stesura è iniziata subito dopo la sua esibizione all’haftime show del Super Bowl del 2009 con la E Street Band.

Nonostante i tanti libri già pubblicati sull’argomento, a partire dall’ottimo “Bruce” di Peter Ames Carlin, è lecito attendersi succosi aneddoti personali mai raccontati prima, a partire dall’infanzia a Freehold fino al successo planetario con la E Street Band.

Scrivere di sé stessi è una cosa divertente. Ma  in un progetto come questo, chi scrive fa una promessa, che è quella di mostrare al lettore cosa ha in testa: in queste pagine ci ho provato.

Nel 2014 aveva già pubblicato Outlaw Pete, un libro per bambini con il disegnatore Frank Caruso. Spesso durante le varie interviste rilasciate negli anni aveva parlato dei libri che gli piaceva leggere. Il New York Times ha descritto la sua libreria come ricca di libri di cosmologia, filosofia, baseball e gialli, ma anche di classici come L’Amore ai tempi del colera di Márquez. I suoi autori preferiti sono Richard Ford, Cormac McCarthy e Philip Roth, ma gli piacciono anche gli autori russi, i racconti di Chekhov, i romanzi di Tolstoy e Dostoyevsky.

Non avevo letto niente di loro fino a quattro anni fa, e li ho trovati psicologicamente moderni.

Non resta che attendere Mondadori che si occuperà della traduzione e distribuzione del volume sul mercato italiano.

Book

Benvenuto su badlands.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: