Giugno non è poi così lontano

Oggi è il Record Store Day ma il nostro non partecipa. Non ci sono pubblicazioni nuove o vecchie a soddisfare la fame dei fan collezionisti più accaniti. A differenza di molti suoi colleghi c’è da dire che pare non ami troppo questo lato del fanatismo musicale e quindi non lo asseconda.

In realtà più che ristampe o simili quello che tutti attendiamo sarebbe la notizia di un nuovo lavoro discografico e magari un nuovo tour. Della pubblicazione di un nuovo album si parla ormai da molto tempo, sarebbe il primo dopo “High Hopes” e sono passati oltre cinque anni.

Alcune interessanti indiscrezioni sui contenuti erano già comparse nel 2016 e nei mesi scorsi si era addirittura vociferato di una pubblicazione primaverile. L’album pur senza la fidata band non sarebbe comunque un disco solista ma cantautorale con altri musicisti al fianco che andrebbe ad esplorare nuove sonorità.

È un genere di disco diverso per Springsteen. È presto per parlarne: è un disco meraviglioso, vedremo cosa rivelerà il prossimo anno. Siamo pessimi pianificatori. Tutto quello che posso dire è che è un disco solista e quando parlo di disco solista non mi riferisco a un album acustico. Infatti, è un disco molto espansivo e ricco. È uno degli sforzi più creativi di Bruce. (Jon Landau)

Dunque passato il 13 aprile senza regali non resta che attendere fiduciosi e nel caso segnarsi la data del 14 giugno. Pare possa accadere qualcosa di molto interessante…

Discography
3 comments to “Giugno non è poi così lontano”
  1. Di questo album si parla da molti anni. Secondo me sono salite le quotazioni per un’altro cofanettocofanetto, tipo BITUSA.

  2. Cosa aspettarsi ?
    Mi ha incuriosito e non poco il post misterioso apparso ieri in rete. Una foto scattata tra i cespugli del Joshua Tree…un sole cocente e i suoi raggi a irrorare la lente di una macchina fotografica. Un indizio che potrebbe dir nulla o tanto ! Indizi per il nuovo album in uscita il prossimo Giugno? E allora noi come dei private eyes del rock’n’roll cerchiamo di capire…eh sì più Jack Sportello che Marlowe a spasso per la California dai mille risvolti musicali. Bruce parla da tempo di influenze musicali di fine pop west Coast a dettare le coordinate del nuovo album , ma come si tradurrà il tutto alle nostre orecchie e quanto il nostro cuore in attesa potrà restituirci ? Siamo qui in attesa ancora una volta come quei vecchi orfani in cerca di una canzone.

Benvenuto su badlands.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: