‘Soulfire’ il ritorno di Little Steven

Erano quasi vent’anni che Little Steven non pubblicava un album come solista. Era il 1999 e nei mesi successivi sarebbe partito il Reunion Tour. Il suo ritorno nel ruolo di chitarrista al fianco di Springsteen ha di fatto messo in stand-by la sua carriera solista in queste decadi.

Little Steven ha annunciato per il prossimo 19 maggio la pubblicazione di Soulfire, un nuovo album che comprende brani che ripercorrono tutta la sua carriera di artista, produttore, arrangiatore e compositore, con un ritorno a quelle sonorità che fondono soul e rock’n’roll a lui tanto care e che si posso risentire nei primi album di Southside Johnny & Asbury Jukes.

Sono sempre stato tematico nei miei lavori, molto concettuale. Ho bisogno del contesto, non riesco a fare solo una collezione di canzoni, non funziona per me. In questo caso, il concetto sono “io stesso”. Chi sono io? Sono quasi un “genere” a parte ormai. Per cui ci sono alcune cover, alcune canzoni nuove, e alcune reinterpretazioni di quelle che ritengo le più belle canzoni che ho scritto in questi anni. In quest’album ci sono io che faccio me stesso.

‘Soulfire’ è stato arrangiato e prodotto dallo stesso Van Zandt, con l’aiuto di Geoff Sanoff e dal chitarrista Marc Ribler, nel suo studio di New York e si compone di 12 tracce:

Nei cori di “I Don’t Want To Go Home” e “The City Weeps Tonight” troviamo il gruppo “a cappella” dei Persuasions. Il missaggio è stato affidato a Bob Clearmountain mentre il mastering è opera di Bob Ludwig.

Little Steven & The Disciples of Soul sono tornati sul palco lo scorso ottobre al BluesFest di Londra su richiesta di un amico. Il tour con la E Street Band era appena terminato e aveva in già in programma un viaggio a Londra per festeggiare il compleanno della moglie Maureen e l’ottantesimo di Bill Wyman. Come dice lo stesso Van Zandt: “Una serie di circostanze che si sono incastrate perfettamente”.

Ha quindi velocemente riunito la band, quello che definisce benevolmente “un gruppo di disadattati, ladri e portuali”, ha aggiunto tre coriste ed una sezione fiati con Stan Harrison e Eddie Manion, già membri degli degli Asbury Jukes e dei Miami Horns. “A quel punto ho pensato beh, abbiamo già imparato 22 canzoni… Potremmo fare un album!”.

Little Steven sarà in tour in Europa la prossima estate, con un’unica tappa italiana a Pistoia, il 4 luglio.

Queste tutte le date del tour:
9 giugno – SWE – SOLVESBORG – Sweden Rock Festival
14 giugno – DE – LEIPZIG – Parkbuhne
16 giugno – DE – FRANCOFORTE – Batschkapp
18 giugno – UK – MANCHESTER – Manchester Arena
22 giugno – IRL – DUBLINO – Vicar Street
25 giugno – NL – AMSTERDAM – Carré
1 luglio – FL – JÄRVENPÄÄ – Puisto Blues Festival
4 luglio – IT – PISTOIA – Pistoia Blues – Piazza Duomo
5 luglio – SLO – LJUBLJANA – Teatro Krizanke
8 luglio – ES – BARCELLONA – Cruïlla Festival
5 agosto – N – NOTODDEN – Notodden Blues Festival

Spare Parts

Benvenuto su badlands.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

creativecommons
(cc) 1996-2017 by Gianluca Brovelli

OPERA AMATORIALE SENZA SCOPO DI LUCRO NON SI INTENDE VIOLARE ALCUN COPYRIGHT
Ai sensi della Legge 7 marzo 2001 n.62 si dichiara che questo sito non rientra nella categoria dell'informazione periodica in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
All trademarks or product names mentioned herein are the property of their respective owners.