Wembley ’81

Nella primavera del 1981 Springsteen affrontò il suo primo vero tour in Europa. Dopo la veloce apparizione del 1975 ora gli spettacoli si erano moltiplicati. Diciassette le date in continente per il River Tour che l’11 maggio sbarcava a Newcastle per le restanti date nel Regno Unito.

Sei le serate previste alla Wembley Arena e proprio l’ultima del 5 giugno 1981 viene oggi pubblicata per la serie mensile delle registrazioni ufficiali rese disponibili su live.brucespringsteen.net.

Non eravamo gli ingenui tipi da spiaggia usciti da un British Airways 747 mezzo decennio prima. Sapevo di avere una band incredibile e se non fossimo stati all’altezza, ditemi chi avrebbe potuto esserlo.

Il pubblico europeo aveva atteso anni per vedere Springsteen sul palco. Indottrinato dai molti bootleg con le trasmissioni radiofoniche del ’78 e dai racconti che arrivavano da oltreoceano non aspettava altro che partecipare in prima persona all’evento. Lo stesso Springsteen, deluso dall’esperienza del 1975, aspettava con ansia di suonare per un pubblico nuovo, certo di poter dare e ricevere molte emozioni.

La maggior parte del pubblico per cui suonavamo parlava inglese, nella migliore delle ipotesi, come seconda lingua ma questo non sembrava importante. Suonare per i nostri fan all’estero era, e continua ad essere, una delle più grandi esperienze della mia vita. Tutto è iniziato nel 1981 e non si è mai fermato.

Per anni ci siamo dovuti accontentare di una registrazione amatoriale, seppur di buona qualità, pubblicata sul bootleg Born To Be The Boss . Ora finalmente questa pubblicazione rende giustizia ad uno dei periodi migliori dal punto di vista dell’attività concertistica del nostro.

Curioso notare come dal master multi-traccia mixer della registrazione utilizzata nella nuova edizione, mancassero gli ultimi 95 secondi del “Detroit Medley” e per completarlo sia stata usata proprio la registrazione amatoriale.

Lo spettacolo londinese si aprì con la sferzata energetica di “Born to Run” e per tutat la serata il livello rimase tale. Da notare il debutto del classico cajun “Jolé Blon”, in versione riveduta e corretta, la prima europea di “I Wanna Marry You” e la prima esibizione in Inghilterra di “Can Not Help Falling In Love”.

BORN TO RUN / PROVE IT ALL NIGHT / OUT IN THE STREET / FOLLOW THAT DREAM / DARKNESS ON THE EDGE OF TOWN / INDEPENDENCE DAY / JOHNNY BYE-BYE / TWO HEARTS / WHO’LL STOP THE RAIN / THE PROMISED LAND / THIS LAND IS YOUR LAND / THE RIVER / I FOUGHT THE LAW / BADLANDS / THUNDER ROAD / HUNGRY HEART / YOU CAN LOOK (BUT YOU BETTER NOT TOUCH) / CADILLAC RANCH / SHERRY DARLING / JOLE BLON / FIRE / BECAUSE THE NIGHT / HERE SHE COMES – I WANNA MARRY YOU / POINT BLANK / CANDY’S ROOM / RAMROD / ROSALITA (COME OUT TONIGHT) – SWEET SOUL MUSIC / I’M A ROCKER / JUNGLELAND / CAN’T HELP FALLING IN LOVE / DETROIT MEDLEY – SHAKE – SWEET SOUL MUSIC

Discography, The River Tour

Benvenuto su badlands.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: